Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Assad: "Abbiamo armi in grado di accecare Israele"

Lavrov: "Abbiamo le prove che il sarin in Siria era artigianale"


Lavrov: 'Abbiamo le prove che il sarin in Siria era artigianale'
26/09/2013, 17:11

DAMASCO (SIRIA) - La Russia insiste, col suo Ministro degli Esteri, Sergei Lavrov: "In occasione dell'incidente di Aleppo, quando le Nazioni Unite non hanno risposto alla richiesta del governo siriano di inviare ispettori, la Russia  ha indagato e i risultati dell'inchiesta hanno sono state consegnate al Consiglio di sicurezza, e rese pubbliche". E ha aggiunto che le prove dimostrano che il sarin è stato fatto artigianalmente; e quindi non può essere stato prodotto da Assad, che ha industrie in grado di fare lavori migliori. 
Intanto il presidente siriano Bashar al Assad, in una intervista al quotidiano Al-Akhbar, dichiara di non essere preoccupato delle decisione dell'Onu di distruggere il suo arsenale di armi chimiche, costruito negli anni '80 "come deterrente contro l'arsenale nucleare di Israele. Ora non sono più un deterrente. Oggi abbiamo armi più importanti e più sofisticate da poter accecare Israele in un momento". 
Sulle armi chimiche è stato molto sbrigativo: "Abbiamo tonnellate di armi chimiche che per noi costituiscono un peso. Il loro smaltimento sarebbe costato un sacco di soldi e di tempo, anche con rischi ambientali. Lasciateli venire (gli Ispettori Onu, ndr) e che le prendano".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©