Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

LE REAZIONI DEL MONDO ALL'ELEZIONE DI OBAMA


LE REAZIONI DEL MONDO ALL'ELEZIONE DI OBAMA
05/11/2008, 11:11

Ad Obama sono arrivati e continuano ad arrivare gli auguri di buon lavoro, per quando il 20 gennaio prossimo comincerà a lavorare come Presidente. Certo, per la maggior parte sono le solite frasi di circostanza, magari anche sentite ma piatte. Tuttavia fa piacere sapere che tra coloro che l'hanno fatto ci sono per esmepio Abu Mazen, Presidente palestinese, che ha espresso l'augurio che si potrà trattare con Israele per realizzare la pace in Medio Oriente. O il Presidente iraniano, Ahmadinejad, che ha espresso l'augurio di poter trattare alla pari col governo americano, come gli è stato impossibile fare durante l'Amministrazione Bush. E' importante che ci siano questi approcci non prevenuti; e sarà altrettanto importante cogliere questi segnali ed approfondirli.

Anche Silvio Berlusconi e Walter Veltroni si sono uniti al coro di saluti beneauguranti, per il nuovo presidente statunitense. Ma, come sempre da noi, ci deve essere la voce della Destra che dice sciocchezze. E in questo caso è stato Maurizio Gasparri, capogruppo al Senato del PdL. Intervistato questa mattina al TG3, ha detto: "Su Obama gravano molti interrogativi. Con Obama alla casa bianca forse Al Qaeda e' piu' contenta". Parole la cui vacuità e stupidità si commentano da sole.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©