Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Conferenza stampa del Premier a Ramallah

Letta incontra Abu Mazen: l’Italia spinge per la pace


Letta incontra Abu Mazen: l’Italia spinge per la pace
02/07/2013, 16:22

RAMALLAH - Il premier Enrico Letta, in conferenza stampa da Ramallah, in presenza dell'Autorità nazionale palestinese Abu Mazen,  ha  sottolineato che l’Italia " spinge con tutta la sua forza perché il processo di pace possa andare nella direzione giusta e raggiungere risultati il più presto possibile".   Parlando della situazione nella regione, Letta ha poi spiegato di aver condiviso con Abu Mazen "la preoccupazione per il quadro regionale molto instabile e preoccupante". In particolare per quanto riguarda la crisi siriana che ha avuto un'evoluzione che "colpisce duramente i rifugiati". Ed ha aggiunto che "l'Italia vuole aiutare con il massimo impegno i negoziati di pace e lo vuole fare e lo può fare", anche in considerazione del quadro regionale. "Giovedì prossimo - ha detto ancora il premier - incontreremo a Roma il governo della Libia e sappiamo bene come l'effetto delle rivoluzioni arabe sta portando a una instabilità generale" dell'intera area, "una instabilità che è in corso" ma che potrebbe essere proprio "la condizione giusta affinché qui possa esserci un forte passo in termini di stabilità". Letta, che stamane ha incontrato il responsabile Onu per i rifugiati, ha quindi ricordato poi "l'attenzione" dell'Italia su i rifugiati palestinesi in Siria, una delle tante emergenze che si stanno vivendo e l'Italia sta specificatamente aiutando le Nazioni unite" su questo dossier. "Sarebbe un misfatto perdere questa occasione per la pace", ha detto Letta. "E' ferma convinzione dell'Italia e dell'Europa che non bisogna perdere questa occasione potrebbe essere ultima grande occasione" per la pace.  

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©