Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Libano: Cerimonia di passaggio di responsabilità tra il 10° Reggimento Trasporti "Bari" e il Battaglione logistico "Ariete"


Libano: Cerimonia di passaggio di responsabilità tra il 10° Reggimento Trasporti 'Bari' e il Battaglione logistico 'Ariete'
03/02/2010, 16:02


SHAMA - Si è svolta questa mattina presso la base di Shama, nel sud del Libano, la cerimonia di passaggio delle responsabilità fra il Battaglione Logistico “Ariete” e il 10° Reggimento Trasporti “Bari”, alla guida del Gruppo Supporto di Aderenza, inquadrato nell’ambito dell’operazione di peacekeeping “Leonte 7”, su base Brigata Aeromobile Friuli al comando del Generale di Brigata Luigi Francavilla, comandante del settore ovest di UNIFIL (United Nation Interim Force in Lebanon). Con il passaggio della bandiera dell’ONU dalle mani del Tenente Colonnello Alessandro Sciarpa a quelle del Colonnello Saverio Pirro, si è suggellato l’inizio delle responsabilità del 10° Reggimento nell’area sud del Libano, in accordo con quanto previsto dalla risoluzione 1701 delle Nazioni Unite.
Alla cerimonia, oltre al generale Luigi Francavilla, hanno partecipato anche i comandanti delle varie task forces della missione UNIFIL, le autorità locali, tra cui il Mohktar Issam Mohssen , e rappresentanti civili e militari libanesi.
Il Generale Francavilla ha elogiato il lavoro portato avanti dal Colonnello Sciarpa e dai militari del battaglione logistico “Ariete” durante i sei mesi di missione in Libano e ha confermato il suo più sincero apprezzamento per il loro contributo e soprattutto per aver sempre assicurato il loro qualificato supporto tecnico in ogni circostanza.
Il GSA (Gruppo Supporto di Aderenza) svolge un ruolo fondamentale nella missione “Leonte” assicurando il sostegno logistico per tutte le attività operative e di cooperazione militare – civile che coinvolgono l’operazione svolta dai militari italiani sotto l’egida dell’ONU.
Alla brigata logistica “Ariete” va il merito di aver affrontato e risolto con assoluta efficacia numerose attività logistiche a sostegno dei reparti italiani appartenenti alla Joint Task Force “Lebanon”. Sotto la guida del Colonnello Alessandro Sciarpa, il GSA ha svolto anche attività molto apprezzate dalla popolazione civile. “E’ stata un’esperienza breve ma intensa – ha sottolineato Sciarpa – sono soddisfatto di come hanno lavorato i miei uomini durante questi sei mesi garantendo, in modo continuo e silenzioso, tutto il supporto logistico al contingente”.
Per il 10° Reggimento Trasporti “Bari” la cerimonia odierna segna l’inizio di una nuova esperienza al di fuori dei confini nazionali fino al prossimo agosto. L’attività in Libano si aggiunge alle esperienze già svolte dal 10° Reggimento a Timor Est, Bosnia, Kosovo, Albania, Macedonia, Iraq, Sudan ed Afghanistan nel corso degli ultimi anni.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©