Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Scatenata una campagna di odio e violenza

Libano: la chiesa cristiana vince, vietato concerto di cantante gay


Libano: la chiesa cristiana vince, vietato concerto di cantante gay
31/07/2019, 09:51

BEIRUT (LIBANO) - Ancora una volta, l'estremismo religioso condiziona la vita dei cittadini. Questa volta accade in Libano, dove è stato cancellato un concerto della banda Mashrou Leila. E' una band musicale molto conosciuta in Libano, soprattutto per i suoi testi considerati irriverenti. Ma a scatenare una campagna di odio da parte della chiesa cattolica è il fatto che il cantante del gruppo, Hamed Sinno, è dichiaratamente gay. Per questo la chiesa cerca di censurare il gruppo e di bloccare i suoi concerti. E questa volta c'è riuscita, obbligaldoli a cancellare il concerto del 9 agosto a Jbeil. Già era capitato in passato in Egitto che i loro concerti venissero cancellati per le interferenze religiose. 


Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©