Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Finora trovati dieci corpi

Libano: precipita aereo in mare, 91 persone a bordo


Libano: precipita aereo in mare, 91 persone a bordo
25/01/2010, 09:01

BEIRUT - Un aereo Boeing 737 delle Ethiopian Airlines si è inabissato questa notte, verso le 3.10 locali (le 1.10 in Italia) poco dopo il suo decollo dall'aeroporto di Beirut, in Libano. L'aereo, secondo quanto è stato riferito dalla torre di controllo, stava attraversando un temporale, quando è improvvisamente scomparso dagli schermi radar. Si teme che sia stato colpito da un fulmine e che sia poi precipitato in mare. Ipotesi avvalorata da una testimonianza di un responsabile dello scalo di Beirut, che ha parlato di una palla di fuoco (ricordiamo che un aereo parte con a bordo tonnellate e tonnellate di kerosene, che è un combustibile estremamente volatile, ndr).
A bordo c'erano 91 persone, di cui 82 passeggeri e 9 membri dell'equipaggio. Ma nessun italiano tra loro: quasi tutti erano libanesi o etiopi. Una delle poche europee era una francese, moglie dell'ambasciatore francese in Libano. Per ora si esclude l'ipotesi di un attentato terroristico; mentre prende forza quella di un incidente. Anche se è presto per tirare conclusioni.
Per ora si sta procedendo al recupero dei corpi, che sta avvenendo anche conl'ausilio dell'Onu, che è presente in zona con la missione Finul. Finora sono stati recuperati 10 corpi, ma le possibilità di trovare qualcuno vivo sono quasi nulle.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©