Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Ma il governo israeliano nega ogni responsabilità

Libano: ucciso comandante Hezbollah, accusato Israele


Libano: ucciso comandante Hezbollah, accusato Israele
04/12/2013, 11:28

BEIRUT (LIBANO) - Un comandante Hezbollah è stato ucciso davanti a casa sua, in un complesso di abitazioni situato a 3 Km. a sud di Beirut. Secondo alcuni testimoni, l'uomo è arrivato in auto, verso mezzanotte, all'uscita dal lavoro; ma subito sono arrivate alcune persone armate di fucili d'assalto che hanno aperto il fuoco sulla vettura, crivellandola di colpi. Subito è stato dato l'allarme e sono arrivati i soccorsi, ma il militare è morto in ospedale, per le ferite riportate. 
L'uomo si chiamava Hassan al-Laqis, e, secondo gli Hezbollah, è stato già più volte in passato vittima degli attacchi di Israele, anche se è sempre sopravvissuto. ALmeno fino ad oggi. 
A questa dichiarazione ha risposto il portavoce del Ministero degli Esteri israeliano: "Israele non ha nulla a che fare con questo incidente. Queste dichiarazioni sono un riflesso innato di Hezbollah, non hanno bisogno di prove, o di fatti, semplicemente per qualsiasi cosa incolpano Israele".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©