Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

LIBANO, VOTATA NUOVA LEGGE ELETTORALE


LIBANO, VOTATA NUOVA LEGGE ELETTORALE
30/09/2008, 16:09

I deputati dell'esecutivo libanese hanno raggiunto un accordo sul testo della nuova legge elettorale, da utilizzare nelle elezioni del 2009.
Il Libano, in questi ultimi mesi, si è trovato più volte sull'orlo di una guerra civile perché la maggioranza cosiddetta anti-siriana si è scontrata con le opposizioni guidate da Hezbollah fino agli accordi di Doha che, a maggio, hanno riportato lo scontro sul terreno diplomatico, con la nascita di un esecutivo composto da elementi di entrambi gli schieramenti.
La nuova legge modifica quella del 1960 e deterrmina nuove circoscrizioni per il voto, in base ai recenti mutamenti demografici.
Vediamo nei dettagli quali sono i punti salienti della nuova legge:
1) le consultazioni elettorali avverranno nell'arco di una sola giornata;
2) diritto di voto per i libanesi residenti all'estero a partire dal 2013;
E' stato contestato, invece, l'emendamento che prevedeva l'abbassamento dell'età per votare da 21 a 18 anni.
L'accordo di Doha era articolato in diverse fasi: la nascita di un governo di unità nazionale, l'elezione di Michel Suleiman alla presidenza del Paese e la definizione di una nuova legge elettorale.
Ora che la legge è stata votata, la crisi politica si è formalmente chiusa e il dialogo avviato.
Tuttavia nel Paese vi sono ancora evidenti segni di crisi: le forze armate libanesi convivono con le milizie di Hezbollah e, da qualche tempo, sono diventate bersaglio delle milizie sunnite, particolarmente attive nella zona di Tripoli, dove proprio ieri un'autobomba è esplosa contro un autobus militare ammazzando sei soldati.
 

Commenta Stampa
di Serena Grassia
Riproduzione riservata ©