Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Una prigionia durata nove mesi

Liberati gli ostaggi spagnoli nelle mani di AlQaida


Liberati gli ostaggi spagnoli nelle mani di AlQaida
23/08/2010, 22:08

I due volontari catalani di una ONG umanitaria sono stati liberati dopo nove mesi di prigionia. Si tratta di Roque Pascual e Albert Vilalba, rapiti dagli uomini di Al Qaida nel Maghreb Islamico il 28 novembre scorso in Mauritania: i due sono stati liberati oggi dai loro sequestratori e consegnati prima a un mediatore poi alle autorita' spagnole. Il premier Jose' Luis Zapatero ha dato l’annuncio ufficiale: ''I due ostaggi spagnoli sono liberi'', ha riferito in una breve dichiarazione a Palazzo della Moncloa, la sede della presidenza del governo di Madrid.
''Questo e' un giorno di festa''. Per loro, ha aggiunto, e' la fine di ''nove mesi di sofferenze''. Il loro sequestro, scrive El Pais online, e' stato ''il piu' lungo'' della storia moderna del Sahel. I due ostaggi sono attesi questa notte nella loro citta', Barcellona. Dalla Spagna e' partito un Falcon militare per riportarli a casa.
A bordo le loro mogli e il segretario di Stato alla cooperazione Soraya Rodriguez, rappresentante del governo, vari agenti dei servizi segreti del Cni, un medico e uno psicologo. Pascual e Vilalba sono stati portati dal Mali in Mauritania, e consegnati al mediatore Mustafa Chafi, che li ha accompagnati in elicottero dal confine verso Ouagadugou.
Ad uno scalo tecnico nel piccolo aeroporto di Gorom Gorom i due cooperanti hanno potuto mangiare e riposarsi. E il mediatore ha inviato un sms, scrive El Pais online: ''Sono in elicottero con i due ex-sequestrati, tutto e' andato molto bene''.
Zapatero non ha dato alcuna informazione su circostanze e condizioni della loro liberazione. Secondo il quotidiano El Mundo i due uomini sono stati liberati in cambio del pagamento di un riscatto di 3,8 milioni di dollari e dell'estradizione verso il Mali, in vista del suo rilascio, di un dirigente di Aqmi, il maliano Omar Sid'Ahmed Quld Hamma, condannato in Mauritania per il loro sequestro, ma estradato negli ultimi giorni. Secondo Abc il riscatto pagato sarebbe di fra i 5 e i 10 milioni. Roque Pascual e Albert Vilalta erano stati rapiti con una donna, anch’ella volontaria, dell'Ong di Barcellona Accio Solidaria, Alicia Gamez, mentre a bordo di una jeep erano in coda ad un convoglio umanitario che attraversava il deserto della Mauritania. Gamez era stata liberata in marzo. Madrid nega il pagamento del riscatto.

Commenta Stampa
di Elisabetta Froncillo
Riproduzione riservata ©