Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Nel caos, l'ISIS torna a colpire i civili

Libia: 34 soldati di Haftar si arrendono, Serraj in vantaggio


Libia: 34 soldati di Haftar si arrendono, Serraj in vantaggio
09/04/2019, 09:32

TRIPOLI (LIBIA) - Sono rimasti inascoltati gli appelli dell'Onu a terminare la guerra in Libia. E di conseguenza il conflitto è continuato, in particolare nei pressi dell'aeroporto Mitiga. Un combattimento che ha portato alla resa di 34 miliziani dell'esercito di Haftar. Sono stati recuperati anche alcuni blindati. Secondo quanto riferito ai media, i soldati erano a corto di munizioni e di carburante, segno che non hanno avuto i rifornimenti necessari. E questo potrebbe significare che è l'intero esercito di Haftar ad avere scarsità di rifornimenti. Oppure che i comandanti dell'esercito hanno abbandonato i loro uomini perchè non erano in grado di salvarli, In entrambi i casi, è un segno di debolezza, che può minare il morale dell'esercito. 

Intanto, nel caos creato dalla riesplosione della guerra civile, riprende fiato anche l'ISIS, che ha attaccato Al Fuqaha, un villaggio situato nella parte centrale della Libia. Approfittando della mancanza di difese, sono entrati nel villaggio nel cuore della notte e hanno ucciso il sindaco e una persona che avevano cactturato tempo prima e che poi era stato liberato dall'esercito libico. Inoltre hanno dato alle fiamme diversi edifici, prima di andarsene. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©