Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Ci sono stati pochi danni e nessuna vittima

Libia: esplode bomba davanti al consolato Usa di Bengasi


Libia: esplode bomba davanti al consolato Usa di Bengasi
06/06/2012, 15:06

BENGASI (LIBIA) - Un ordigno rudimentale è esploso nella notte all'esterno del muro del consolato statunitense a Bengasi, la seconda città della Libia dopo la capitale Tripoli. A rivendicare l'attentato, il " Gruppo Prigioniero Omar Abdelrahman", che ha minacciato anche gli interessi americani in Libia.
Si tratta di un gruppo finora sconosciuto, che si ispira allo sceicco cieco che negli anni '70 guidò dei gruppi salatifi (cioè estremisti islamici) in Egitto, e che ora sconta l'ergastolo in una prigione americana, con l'accusa di aver organizzato l'attentato al World Trade center nel 1993 (anche se poi si è scoperto che era stato messo a punto da gruppi neonazisti statunitensi, quelli che vantano la "supremazia della razza bianca").
I danni causati dall'esplosione non stati minimi, secondo fonti dell'ambasciata statunitense, e non ci sono stai feriti nè vittime.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©