Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Dalla Turchia una road map per uscire dalla crisi

Libia: gli Usa riconoscono il Cnt come “governo legittimo”


Libia: gli Usa riconoscono il Cnt come “governo legittimo”
15/07/2011, 16:07

TRIPOLI - Anche gli Stati Uniti hanno ufficialmente riconosciuto gli insorti del Consiglio Nazionale Transitorio di Bengasi come il “governo legittimo” della Libia. Lo ha dichiarato Hillary Clinton, a margine del summit del Gruppo di Contatto ad Istanbul, chiarendo anche che i termini del cessate il fuoco, in particolare la fine dei raid aerei della Nato, prevedono la deposizione di Muammar Gheddafi.
Intanto la Turchia ha presentato al Gruppo di Contatto sulla Libia una “terza via” per la soluzione della crisi libica, articolata fra l’altro in una defenestrazione soft di Gheddafi e nella creazione di un minigoverno di transizione paritetico che sia espressione di esponenti del regime non compromessi e ribelli. Lo riferisce il sito inglese del quotidiano turco “Zaman”. In un testo circolato poco prima dell’inizio dei lavori si afferma che la priorità è quella di raggiungere un cessate il fuoco consentendo agli aiuti umanitari di raggiungere, sotto il controllo dell’Onu, tutte le regioni della Libia.
Il piano turco prevede anche di trovare “un porto sicuro” dove il colonnello Muammar Gheddafi possa ripararsi temporaneamente. “Zaman” sintetizza che “il piano non punta a convincere il leader libico ad andarsene da solo, ma piuttosto si concentra sui suoi alleati i quali dovrebbero assicurare che sia allontanato dal potere”. La formula turca punta inoltre a creare “l’infrastruttura per una nuova amministrazione”, preservando l’integrità territoriale della Libia e dell’apparato statale. In altre parole, la via indicata dalla Turchia riguarda la creazione di un Consiglio congiunto di governo ad interim, composto da due esponenti nominati da Tripoli e due dall’opposizione a Bengasi che siano accettabili per la controparte e non si siano macchiati di crimini di guerra.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©