Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Nuova apparizione di Gheddafi nella televisione di Stato

Libia, il rais alla gente di Misurata: “Andate a riprenderla”

Il colonnello esclude i colloqui con i ribelli

Libia, il rais alla gente di Misurata: “Andate a riprenderla”
22/07/2011, 11:07

TRIPOLI - Nuova apparizione di Muammar Gheddafi alla televisione di Stato: questa volta il leader libico non ha voluto lanciare proclami contro i ribelli o la Nato, nè tessere le lodi delle forze a lui fedeli, anzi, ha voluto andasse in onda un filmato nel quale strapazzava malamente la gente di Misurata, autorità e persone comuni, per non essere ancora stata capace di riprendersi la città, principale roccaforte dell’opposizione in Tripolitania. L’emittente “al-Jamahiriyh” ha trasmesso infatti le immagini di un rais accigliato, che presiedeva una riunione in un centro congressi di Tripoli, attorniato da decine di capi tribù e di altri notabili di Misurata, ma anche da cittadini residenti nella capitale: tutti a capo chino, a subirsi le rampogne del Colonnello. “È impossibile abbandonare Misurata in una maniera del genere”, ha tuonato Gheddafi. “Dovete andare laggiù, entrarci!”, ha esclamato, incitandoli ad agire persino se non hanno armi con cui affrontare gli insorti che, nonostante le mille difficoltà, la controllano da parecchie settimane. “Dove sono finite le famiglie che conosciamo e rispettiamo?”, ha proseguito in tono polemico. “Questa farsa deve finire. Vergogna, gente di Misurata! Come potete accettare quello che sta accadendo?”.
Nei giorni scorsi il regime aveva letteralmente bombardato la popolazione con incitamenti a marciare sulle Montagne Nafusa, altra roccaforte insurrezionale a sud-ovest di Tripoli, per combattere contro i rivoltosi che, seppur male equipaggiati, sono riusciti a sbaragliare le truppe lealiste. Infine, sempre dal leader libico arriva l’ennesima esclusione di possibili negoziati con i ribelli che stanno cercando di deporlo. “Non ci saranno colloqui tra me e loro fino al Giorno del Giudizio”, ha assicurato il colonnello a una folla di migliaia di persone riunite nella sua città natale, Sirte, con un messaggio audio: “Devono parlare con il popolo libico e risponderanno a loro”.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©