Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Guardia Costiera italiana blocca il salvataggio della Ong

Libia: le motovedette libiche riacciuffano 820 migranti


Libia: le motovedette libiche riacciuffano 820 migranti
25/06/2018, 09:31

TRIPOLI (LIBIA) - ANcora una volta prova di forza del Ministro dell'Interno Matteo Salvini usando dei poveri cristi. E così alla notizia dell'ennesimo naufragio di una imbarcazione di migranti, la Guardia costiera italiana non è intervenuta per salvarli e ha impedito alla nave di una Ong di intervenire. Sono intervenute invece le motovedette libiche, che hanno riportato i migranti nei campi di concentramento che sono stati costruiti allo scopo. Con Salvini che si è complimentato con loro per averli riportati dietro il filo spinato. 

Intanto resta il problema delle persone che ormai sono da due settimane sulla Lifeline, nave di una ong tedesca. Sono oltre 300 persone, strette come sardine su una nave che può trasportarne 50 e senza cibo nè acqua a sufficienza, dato che quel poco che viene trasportato a bordo quotidianamente da terra non basta a tutte. Già due donne e due bambine sono state ricoverate a terra per disidratazione. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©