Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Immagini choc girate da un nigeriano di 32 anni

Libia, profughi vittime delle violenze dei ribelli

Immigrati colpiti con frustini da uomini armati

Libia, profughi vittime delle violenze dei ribelli
21/06/2011, 21:06

TRIPOLI - I profughi provenienti dai paesi dell'Africa sub sahariana sarebbero vittime non soltanto di persecuzioni delle milizie di Gheddafi. Si può notare, infatti, in un video pubblicato in esclusiva in queste ore sul sito dell'Ansa come anche le truppe dei ribelli che combattono il regime del colonnello esercitino violenze ed umiliazioni sui profughi.
Si tratta di immagini girate da un nigeriano di 32 anni, con un cellulare a Kufra, una località tra Libia e il Sudan, in cui si possono vedere anche alcuni minori con le mani legate e costretti dai militari a strisciare per terra.
Gli immigrati tra cui alcuni tunisini vengono colpiti con alcuni frustini da uomini in divisa ed armati. La difficile situazione dei profughi provenienti dall'area sub sahariana che entrano in Libia è stata più volte denunciata dalle organizzazioni umanitarie come l'Alto Commissariato Onu per i rifugiati.
Se i militari di Gheddafi li rinchiudevano in carcere e adesso li caricano a forza sui barconi diretti a Lampedusa si sono aggiunte quindi le persecuzioni dei ribelli, che oltre a esercitare violenze e umiliazioni sui profughi, li avrebbero respinti nel deserto.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©