Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

LIBIA PRONTA A NAZIONALIZZARE SE IL PREZZO DEL PETROLIO NON SALE


LIBIA PRONTA A NAZIONALIZZARE SE IL PREZZO DEL PETROLIO NON SALE
24/01/2009, 16:01

Il leader Muammar Gheddafi ha annunciato che la Libia è pronta a nazionalizzare le compagnie petrolifere straniere se il prezzo del petrolio non tornerà a salire, attestandosi intorno ai cento dollari al barile. "Ci sono appelli alla nazionalizzazione del gas e del petrolio. Noi ci auguriamo che questo non avvenga e speriamo che il prezzo del petrolio aumento fino a un livello ragionevole" - ha detto il colonnello, specificando che un livello "ragionevole" si attesta "intorno ai cento dollari" e che per arrivare a questo prezzo è necessario "controllare l'industria del petrolio senza la partecipazione straniera". La nazionalizzazione dell'industria petrolifera rappresenta "un diritto legittimo" secondo il leader libico che ha tuttavia cercato di rassicurare le compagnie straniere che operano nel Paese nordafricano, tra cui l'italiana Eni. "In passato - ha ricordato Gheddafi - le decisioni sulla nazionalizzazione veniva prese in modo unilaterale e brusco. Ma oggi non credo che gli organismi esecutivi prenderebbero improvvisamente decisioni del genere come è avvenuto in passato. Ci deve essere un accordo con i partner stranieri."

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©