Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Il picco dei contagi maggiore tra gennaio e febbraio.

L'Influenza stagionale fa le sue vittime: 39 in Inghilterra


L'Influenza stagionale fa le sue vittime: 39 in Inghilterra
04/01/2011, 18:01

E' ormai risaputo, e non da poco, che l'ingresso della stagione invernale porta con sé anche l'annuale questione dell'influenza stagionale.
Il picco dei contagi, in Italia, è previsto tra gennaio e febbraio. E quanto reso noto, nei giorni scorsi, dalla Asl di Forlì. Ovviamente anche le raccomandazioni sono quelle di ogni anno, ossia ricorrere al vaccino, soprattutto per le categorie a rischio, anziani, bambini e tutti coloro che hanno una qualsiasi patologia cronica. Inoltre, maggiormente attenti devono essere coloro che, per motivi di lavoro o altro, solitamente, si relazionano con molte persone e quindi particolarmente esposti a un possibile contagio.
Oltre alle indicazioni del ministero della Sanità, in queste settimane si riprendono, anche, gli antichi metodi di prevenzione, o meglio i tipici consigli delle nonne: insieme alla sempreverde raccomandazione di non prendere freddo o comunque evitare di esporsi a sbalzi di temperatura, ritornano le tisane calde, il latte con il miele, le spremute d'arance e per chi, ha già i primi sintomi si consiglia un decotto di aglio accompagnato da un cucchiaio di miele. Nonostante tutte le raccomandazioni possibili, la Gran Bretagna registra le prime vittime dovute all'influenza, sarebbero già morte trentanove persone, tra cui una donna, ventiseienne, conosciuta per aver partecipato alla lavorazione dell'ultimo capitolo della saga cinematografica Harry Potter. Ma quello che desta maggiore preoccupazione, quest'anno, è il noto e assai temuto virus H1N1, meglio conosciuto come influenza A o influenza suina.

Commenta Stampa
di Caterina Cannone
Riproduzione riservata ©

Correlati