Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

LISBONA, SI INDAGA DOPO L'OMICIDIO DI UN'ITALIANA


LISBONA, SI INDAGA DOPO L'OMICIDIO DI UN'ITALIANA
22/03/2008, 18:03

Indagini a tutto campo dopo la morte di una donna italiana. Il cadavere è stato trovato nella sua casa di Lisbona. Si pensa ad un omicidio. E lo conferma il fatto che se ne stia occupando la Polizia Giudiziaria, sostiene la stampa portoghese. Le autorità lusitane non hanno ancora reso pubblica l'identità della donna, coperta secondo la legge del Paese dal segreto delle indagini. In Italia si apprende che la donna si chiamava Maria Drisolina Ciraudo, 39 anni, nativa di Campobasso ma residente a Surbo, in provincia di Lecce. Ex disk jokey, da sei anni si era trasferita in Portogallo, dove lavorava in una profumeria. Il corpo senza vita è stato trovato giovedì nell' appartamento che la donna aveva comprato da poche settimane a rua das Madres, nel quartiere popolare di Madragoa. Ma la notizia è stata diffusa solo ieri sera. “Si ritiene che l'autore del crimine possa essere stato un conoscente della donna italiana” ipotizza il quotidiano Journal de Noticias. “Bionda, allegra, piena di vita e di voglia di fare. Una bella donna che non passava certo inosservata”. Questa la descrizione di quanti la conoscevano e quanti avevano lavorato con lei. Nell'ultima telefonata fatta alla madre, domenica scorsa, era apparsa serena e non lasciava intravedere nessun tipo di preoccupazione.

 
 

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©