Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

L'episodio alla conferenza stampa di inizio anno

Lo staff di Netanyahu umilia giornaliste arabe: "Via il reggiseno"


Lo staff di Netanyahu umilia giornaliste arabe: 'Via il reggiseno'
12/01/2011, 20:01

TEL AVIV (ISRAELE) - Ancora una forte provocazione del governo israeliano contro gli arabi. Come sempre, ad inizio anno il Primo Ministro di Tel Aviv fa una conferenza stampa, a cui è normale vedere giornalisti delle maggiori testate arabe. Ma oggi c'era una novità: il servizio di sicurezza ha vietato l'accesso alle giornaliste arabe - e solo a loro - a meno che non si fossero tolte il reggiseno davanti a loro. Una giornalista di Al Jazeera è andata a protestare dal capo ufficio stampa del premier israeliano, Oren Helman, avvertendolo che nessuno dei giornalisti arabi avrevbbe partecipato alla conferenza stampa se tale imposizione non fosse stata ritirata. Non avendo avuto alcuna risposta positiva, le tre giornaliste non sono entrate nella sala dove si svolgeva la conferenza stampa, imitate per solidarietà anche dai colleghi maschi
E' bene ricordare quanto sia alto il senso del pudore in pubblico tra le popolazioni arabe. Una richiesta del genere, per di più in stile ultimativo, è una vera e propria offesa ed umiliazione.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©