Dal mondo / America

Commenta Stampa

Totale disinteresse del segretario Ban Ki Moon

L'Onu non condanna rapimento di pellegrini iraniani in Siria


L'Onu non condanna rapimento di pellegrini iraniani in Siria
07/08/2012, 11:06

NEW YORK (USA) - "I pellegrini iraniani rapiti in Siria? Non ho nulla da dire in proposito". Queste le stupefacenti dichiarazioni di Martin Nesirky, portavoce del segretario dell'Onu Ban Ki Moon, intervistato dalla televisione iraniana Press Tv. E quando il giornalista ha chiesto se l'Onu intendesse prendere posizione sulla vicenda, Nesirky ha nuovamente fatto spallucce: "Non possono dire nulla ed aggiungere altri dettagli al momento". 
Singolare disinteresse, se si considera che da poco è finita la missione, definita "di pace" di Kofi Annan, che voleva come precondizione per raggiungere la pace che Assad andasse via dal suo Paese per sempre, e i continui interventi di Moon che invocava la stessa cosa. Anche la probabile uccisione a sangue freddo di tre pellegrini da parte del cosiddetto "Esercito libero siriano" - formato da disertori dell'esercito siriano, mercenari e bande di criminali - non sembra avere interessato le Nazioni Unite, che invece puntano direttamente sulle dimissioni di Assad. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati