Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Santuario riaprirà ai pellegrini la prossima settimana

Lourdes, si torna alla normalità, ieri evacuati 500 fedeli


Lourdes, si torna alla normalità, ieri evacuati 500 fedeli
21/10/2012, 19:30

PARIGI - Sta tornando alla normalità la situazione a Lourdes. A causa delle forti piogge e del cattivo tempo, il fiume Gave de Pau ieri ha sommerso il santuario.

Per l’eccezionalità dell’evento, è stata necessaria l'evacuazione dei 500 pellegrini presenti. Il pericolo sembra rientrato ed i livelli del fiume di nuovo nella norma.

Sull’avenue du Paradis, tra il fiume e il santuario, l’acqua è salita sino ai finestrini delle auto.

Gli alberghi della città bassa sono stati sgomberati, grazie all’intervento di autobus e canotti dei vigili del fuoco.

“Abbiamo chiuso l’accesso al pubblico. Lo spazio davanti alla grotta era completamente invaso dall’acqua, l’altare era sott’acqua, in preda a torrenti di fango. Si tratta di danni gravi, che avranno un costo molto elevato”, ha riferito l’altro giorno Thierry Castillo, responsabile dei santuari.

Secondo quanto comunicato, il santuario riaprirà ai fedeli all'inizio della prossima settimana, appena saranno terminate le operazioni di pompaggio, pulizia e restauro. Il sottoprefetto di Bagneres-de-Bigorre, David Ribeiro, ha tranquillizzato: “Siamo in una fase di ritorno alla normalità. Il peggio è passato”.

Oggi durante la Santa Messa il Papa ha rivolto la Sua preghiera e il pensiero al Santuario mariano: “Rivolgiamoci a colei che è la Regina di tutti i santi, la Vergine Maria, con un pensiero a Lourdes, colpita da una grave esondazione del Gave, che ha allagato anche la Grotta delle Apparizioni della Madonna. In particolare, vogliamo affidare alla materna protezione della Vergine Maria i missionari e le missionarie, sacerdoti, religiosi e laici, che in ogni parte del mondo spargono il buon seme del Vangelo".  

Commenta Stampa
di Titti Alvino
Riproduzione riservata ©