Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

La Polizia minaccia l'assalto ai manifestanti

L'Ucraina chiede alla Ue 20 miliardi per tornare alle trattative


L'Ucraina chiede alla Ue 20 miliardi per tornare alle trattative
11/12/2013, 10:39

KIEV (UCRAINA) - Questa mattina centinaia di poliziotti sono stati portati nelle immediate vicinanze del Municipio di Kiev, centro della protesta dei manifestanti pro-Ue, e hanno cominciato ad eliminare le prime barricate esterne, senza trovare alcuna resistenza. Si temeva che volessero andare all'assalto dei manifestanti; poi però sono risaliti sui blindati e si sono allontanati nuovamente. 
Il governo ha detto che non è loro intenzione ostacolare il diritto delle persone di manifestare, ma che devono mantenere la funzionalità della capitale e quindi hanno agito per liberare e rendere transitabili alcune strade.
Nel frattempo, il primo Ministro Mykola Azarov ha dichiarato che la Ue dovrà pagare 20 miliardi di euro per convincere l'Ucraina a firmare l'accordo di associazione e libero scambio, bloccato dalla Russia. I soldi serviranno, secondo Azarov, a risarcire l'Ucraina dei danni che subirebbe "lasciando" l'area di influenza russa. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©