Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Scontro tra parlamentari italiani e portoghesi

L'Ue chiede l'estradizione di Cesare Battisti

Dal Parlamento europeo chiede collaborazione al Brasile

L'Ue chiede l'estradizione di Cesare Battisti
20/01/2011, 17:01

STRASBURGO- Per qualche giorno, il caso Battisti, è stato soverchiato dalla cronaca politica dedicata all'ennesimo scandalo di casa Berlusconi ma, con la risoluzione pro-estradizione votata da 83 parlamentari durante l'assemblea  tenutasi oggi nell'aula di Strasburgo, la querelle infinita legata all'ex terrorista rosso è prepotentemente tornata alla ribalta.
Come conferma anche l'Agi, nell'Aula non sono mancati episodi di acceso e polemico dibattito tra i parlamentari italiani, unanimamente favorevoli all'estradizione del criminale condannato all'ergastolo a causa di un quadruplice omidicio, e quelli portoghesi, in linea con la linea già più volte ribadita dal Brasile. Alla fine, però, le richieste arrivate dalle Stivale hanno avuto la meglio ed il Parlamento europeo ha approvato con 83 voti favorevoli, un contrario e due astenuti, una risoluzione nella quale si richiede al Brasile di estradare Cesare Battisti in Italia.
Ennesimo colpo di scena, quindi, con alcuni dei familiari delle vittime dell'ex terrorista che hanno assistito al serrato botta e risposta. Subito dopo la votazione, Il commissario europeo Stefan Fule, parlando a nome dell'esecutivo comunitario, ha comunque precisato che la Commissione non ha alcun modo di intervenire direttamente per la risoluzione definitiva della vicenda.
In altri termine, l'Ue, non può far altro che richiedere formalmente l'estradizione al paese Carioco; senza però poter adottare contromisure nel caso in cui da Brasilia non arrivassero segnali di collaborazione. La situazione resta dunque molto tesa e ricca di strumentalizzazioni e particolari dietrologici difficili da inquadrare con assoluta certezza.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©