Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Frattini lo ritira e si lamenta: "Laicismo esasperato"

L'Ue ignora l'Italia, nel documento di condanna delle violenze in Africa

Ancora una volta le iniziative italiane sono irrilevanti

L'Ue ignora l'Italia, nel documento di condanna delle violenze in Africa
01/02/2011, 11:02

BRUXELLES (BELGIO) - Ancora una volta l'Italia mostra la propria protervia, la propria arroganza, ma anche la propria irrilevanza in seno all'Unione Europea. Infatti nel comunicato dell'Unione che condanna le violenze nei Paesi africani in rivolta (Tunisia, Egitto, Marocco), Franco Frattini ha cercato di inserirvi in modo particolare le comunità cristiane. Ma l'iniziativa non ha avuto alcun sostegno e il nostro Ministro degli Esteri è stato costretto a chiedere che la sua proposta venisse ritirata. Quindi nel documento vengono condannate genericamente le violenze contro "le comunità religiose", ma senza alcune specificaizoni.
Dopo questa decisione, Frattini si è sfogato con la stampa: "Oggi è stata scritta una pagina non bella dal Consiglio Ue. L'Europa ha dimostrato ancora una volta che questo laicismo esasperato è certamente dannoso per la sua stessa credibilità". Parole estremamente simili a quelle usate ieri da Monsignor Rino Fisichella (il che dimostra anche da dove arrivano certe iniziative): "Ormai si è convinti, con lady Ashton, che il nome 'cristiano' non possa entrare in una risoluzione".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati