Dal mondo / America

Commenta Stampa

E sulla rete si scatenano gli sfottò

L'ultima gaffe di Romney: "Perchè i finestrini degli aerei non si aprono?"


L'ultima gaffe di Romney: 'Perchè i finestrini degli aerei non si aprono?'
25/09/2012, 16:22

USA - Mitt Romney non riesce a non far parlare di sè; ma di solito lo fa involontariamente, con le sue gaffes. L'ultima è stata a Baltimora, durante un incontro pubblico. Con un piccolo antefatto: venerdì scorso l'aereo su cui viaggiava la moglie ha avuto un piccolo incidente, con un incendio a bordo. Per fortuna è stata subito iniziata la manovra per un atterraggio di emergenza per cui tutto è finito in pochi minuti, con un po' di paura e nessun danno. 
Nel raccontare l'episodio, Romney ha espresso il suo parere: "Quando c'è un incendio su un aereo, non si sa dove scappare, e non si può far entrare aria perchè i finestrini non si possono aprire. Non so perchè lo facciano (i costruttori degli aerei, ndr). E' un vero problema. E’ molto pericoloso". Ora, il problema è che, quando un aereo vola a quota da crociera (solitamente tra i 6000 e i 12 mila metri) l'aria estyerna è molto rarefatta. La maggior parte di noi non potrebbe resistere senza una bombola di ossigeno. Per evitare problemi ai passeggeri, si tiene l'aereo ermeticamente chiuso, in modo che la pressione atmosferica all'interno dell'aereo sia pari più o meno a quella che c'è al livello del mare. Ma in questa condizione, qualcosa si aprisse un collegamento con l'esterno (non parlo necessariamente di un finestrino aperto, ma anche di un buco nella fusoliera) l'aria interna cercherebbe di uscire da quel buco, ad una velocità esplosiva, facendo letteralmente esplodere una parte della fusoliera e facendo precipitare l'aereo. Per questo i vetri degli aerei, non solo sono estremamente resistenti, ma sono incassate nelle pareti dell'aereo. 
Naturalmente la Rete non si è fatta sfuggire l'occasione. I commenti su Facebook si sprecano e su Twitter è stato creato un apposito hashtag (#RomneyPlaneFeatures) dove gli utenti si sono sbizzarriti nel proporgli le più varie (e spesso assurde) modifiche da fare all'Air Force One. Sempre ammesso che Romney vinca la elezioni.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©