Dal mondo / America

Commenta Stampa

Comizio politico della pop star

Madonna: "Votate Obama, un musulmano alla Casa Bianca"

Obama si schiera contro il traffico di organi

Madonna: 'Votate Obama, un musulmano alla Casa Bianca'
25/09/2012, 19:40

NEW YORK - Comizio politico di Madonna: ”Votate Obama, un musumano nero alla Casa Bianca”. La grande pop star ha interrotto un concerto a Washington per lanciarsi in una tirata elettorale. “Meglio che votiate tutti per il fottuto Obama. Nel bene e nel male, all right? Abbiamo un musulmano nero alla Casa Bianca. Vuol dire che c’è speranza in questo Paese”, ha detto Madonna nel mezzo di un lungo discorso che ha toccato la legacy di Martin Luther King e le battaglie per i diritti civili fino ad arrivare all'elezione del primo presidente di colore nella storia degli Usa. Non è la prima volta che l'ex Material Girl nomina Obama in un concerto: in settembre la pop star aveva lo aveva ringraziato per il lavoro sui diritti dei gay e mostrato un tatuaggio (presumibilmente falso) con il nome del presidente stampato sulla schiena.

Obama contro il traffico di organi:

Barack Obama tuona contro “l'ingiustizia e l'oltraggio” del traffico degli esseri umani, che - afferma – “va chiamato col suo vero nome: una moderna schiavitù, che non può avere posto nel mondo civilizzato”. Per questo il presidente americano - intervenuto alla Clinton Global Initiative - annuncia un piano che prevede tolleranza zero negli Usa sul traffico di esseri umani: ''Perché non possiamo pressare altre nazioni se non facciamo prima noi quello che c’è da fare”. “Quando una donna è rinchiusa a lavorare in una bottega o a casa, quando un bambino è trasformato in un soldato, quando una ragazzina viene venduta per far fronte alla povertà, questa è schiavitù. Una barbarie”, ha detto un Obama molto ispirato che cita anche la Bibbia: il nostro compito è di “cercare giustizia e salvare gli oppressi”. Il presidente americano ha quindi sottolineato come “la verità è che il traffico degli esseri umani  anche qui negli Stati Uniti. E’ quando per esempio un immigrato viene sfruttato con il ricatto di avere un lavoro”. Obama annuncia quindi un giro di vite su queste forme di schiavitù moderna, rivedendo la legge e introducendo forme di aggiornamento professionale per polizia, agenti segreti, giudici e funzionari del settore dei trasporti. Saranno anche rafforzati i controlli ai confini degli Stati Uniti e ci saranno più servizi legali per aiutare le vittime. Quindi la promessa: “Mai più un dollaro delle nostre tasse andrà a chi favorisce il traffico degli esseri umani”.

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©