Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Leader golpista chiede aiuto a Paesi africani

Mali: i ribelli conquistano Fidali, è di nuovo rivolta


Mali: i ribelli conquistano Fidali, è di nuovo rivolta
30/03/2012, 18:03

Ce l’hanno fatta. I ribelli sono riusciti a conquistare la città di Fidali, a Mali, ed ora la Giunta militare, visibilmente in difficoltà, non può più far fronte da sola ad una situazione incandescente. I ribelli Tuareg hanno conquistato uno dei punti strategici della zona nord del paese. Il capitano Amadou Sanogo, leader della giunta, ha chiesto aiuto ''agli amici del Mali'' per salvare la popolazione civile e l'integrita' territoriale. In una conferenza stampa dalla caserma in cui e' stata temporaneamente trasferita la presidenza, Sanogo ha chiesto ai paesi dell'Africa occidentale di ''riconsiderare bene la situazione in Mali'', dopo che l'organismo regionale Ecowas ha minacciato un embargo diplomatico e finanziario se nel paese non sara' ripristinato l'ordine costituzionale entro 72 ore. Dopo un lungo combattimento i separatisti Tuareg, affiancati da un gruppo islamista alleato, sono entrati a Kidali che si trova a 1.000 chilometri dalla capitale. ''Siamo chiusi in casa ma le linee telefoniche terrestri sono interrotte e alla televisione non trasmettono informazioni. Di tanto in tanto per le strade deserte della citta' passa una pick-up con a bordo combattenti ribelli'', ha raccontato alla MISNA, Marc Danbele', funzionario pubblico della citta' di Kidal, poche ore dopo l'entrata in citta' da parte dei ribelli. ''Il patriarca assieme ad altri notabili della citta' hanno avviato un negoziato con il capo dei ribelli, ma la situazione e' ancora molto confusa e le informazioni difficili da confermare'', ha aggiunto il funzionario. 

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©