Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Opinione pubblica spaccata in due

Malta, domenica referendum sul divorzio

Proteste di fedeli contro prediche troppo aggressive

Malta, domenica referendum sul divorzio
27/05/2011, 19:05

Domenica sull'isola di Malta, il paese più piccolo dell'Unione Europea, si terrà il referendum sul divorzio. Non solo c'è grande attesa, ma l'opinione pubblica è spaccata in due. Malta e le Filippine infatti sono gli unici paesi al mondo dove non esiste una legge per mettere fine al matrimonio.
La proposta di legge è stata presentata lo scorso luglio dal deputato nazionalista Jeffrey Pullicino Orlando. Contrario al divorzio è il primo ministro nazionalista Lawrence Gonzi anche se ha dichiarato che lascerà libertà di coscienza ai deputati sulla nuova legge se dovesse verificarsi una maggioranza di sì.
Se il leader socialista Joseph Muscat si è espresso a favore del divorzio, il suo partito non si è schierato ufficialmente. Intanto un'aggressiva campagna pubblicitaria è stata condotta dagli antidivorzisti. Non sono mancate le proteste di alcuni fedeli contro le prediche troppo aggressive durante la Messa e contro un sacerdote che ha rifiutato la comunione ad una donna a favore del divorzio.
Su Facebook e altri social forum di Internet si fa strada il fronte pro-divorzio. Per mettere fine al matrimonio al momento è necessario rivolgersi al tribunale ecclesiastico della Sacra Rota oppure cercare di ottenerlo all'estero. Soluzioni però concesse in genere ai più abbienti. Il progetto di legge darebbe la possibilità di divorziare soltanto dopo quattro anni di separazione.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©