Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Germania e Polonia in ginocchio per la "burrasca viola"

Maltempo in Europa centrale, 15 morti


Maltempo in Europa centrale, 15 morti
08/08/2010, 17:08

Sale il bilancio delle vittime dei nubifragi che si sono abbattuti sui Paesi europei nelle ultime 48 ore. Sono quindici finora le persone morte in Europa centrale a causa della pesante ondata di maltempo che in queste ore si sta spostanto sul versante orientale dell Continente. Tra i paesi più colpiti la Polonia, dove alcuni corsi d'acqua sono straripati e hanno sommerso dei villaggi uccidendo tre persone. Tre morti tra cui una coppia affogata in cantina, in Germania. Altri quattro nella Repubblica Ceca. In Germania la polizia ha evacuato 1400 persone a Goerlitz, al confine con la Polonia, dove il livello dell'acqua salirà di 7 metri.
Le forti piogge che hanno flagellato la parte sudoccidentale della Polonia, secondo quanto hanno precisato le autorità locali, hanno causato lo straripamento di alcuni fiumi. Una donna è annegata nella città di Bogatynia, mentre i corpi senza vita di un'altra donna e di un pompiere di 55 anni sono stati rinvenuti da poche ore, secondo quanto ha reso noto il portavoce dei vigili del fuoco Pawel Fratczak.
"Non abbiamo avuto il tempo di essere avvisati di quello che stava succedendo - ha detto Andrzej Grzmielewicz, sindaco di Bogatynia alla televisione TVN24 - in poco meno di un'ora la città è stata colpita da una prima inondazione fino ai primi piani delle case. Molte abitazioni sono state distrutte e siano stati tagliati fuori dal resto del mondo".
Il primo cittadino ha poi lanciato un appello per aiuti e donazioni: "Abbiamo bisogno di veicoli attrezzati per l'emergenza ed elicotteri per permettere l'evacuazione di 2.000 persone", ha aggiunto Grzmielewicz. Allagamenti anche nella Repubblica Ceca dove si contano quattro morti, mentre tre persone sono date per disperse. Tre le vittime in Germania, dove nel fine settimana sono state evacuate 1.400 persone nei pressi della città di Goerlitz, al confine con la Polonia.
La Sassonia è il Land tedesco più colpito, al confine con la Repubblica ceca. Ma è in Polonia che l’allarme torna oggi a salire, dopo le disastrose inondazioni dello scorso maggio, con oltre 20 morti. Ora è la città di Bogatynia, circa 18.000 abitanti, la più colpita dalle intemperie, che hanno fatto innalzare ed esondare in vari punti il fiume Miedzianka. Un ponte è stato distrutto e buona parte della città è senza corrente elettrica ed acqua.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©

Correlati