Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Una delegazione di parlamentari in India

Marò, Bonino: "Posizione solida dal punto di vista giuridico"


Marò, Bonino: 'Posizione solida dal punto di vista giuridico'
27/01/2014, 13:41

NEW DELHI - ncora irrisolta la delicatissima questione diplomatica dei marò italiani in India.

Il governo ha scelto la linea "non delle urla, senza slabrature, con una posizione solida anche dal punto di vista giuridico: questa era la strada da seguire". Queste le parole del ministro Emma Bonino, ministro degli Esteri, secondo la quale all'origine della vicenda ci sono anche "personaggi che ora si agitano molto". Un esempio? "La legge La Russa, il cui decreto prevedeva la presenza di militari su navi civili senza stabilire per bene le linee di comando, tutto questo sara' utile rivederlo".

E arrivano anche le dichiarazioni dei due protagonisti, loro malgrado, della vicenda che hanno incontrato una delegazione di parlamentari italiani. Massimiliano Latorre ha dichiarato: "Siamo soldati, soldati italiani, dobbiamo soffrire con dignità. Ci auguriamo di tornare con onore". Salvatore Girone è più concentrato su quello che accade all'esterno e sulla sua famiglia: "Mio figlio più grande ha 12 anni, è preoccupato, mi chiede sempre notizie". E ha aggiunto: "Molti indiani ci apprezzano come persone e molti pregano per noi".

Commenta Stampa
di Elisa Manacorda
Riproduzione riservata ©