Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Interviene anche Catherine Ashton

Marò, domani discussione in Senato


Marò, domani discussione in Senato
12/02/2014, 17:57

ROMA- Emma Bonino discuterà domani in Senato riguardo la questione Marò. E' quanto deciso dalla Conferenza dei capigruppo a seguito della richiesta di Casini e Latorre di sospendere il Dl Missoni prima del chiarimento sulle parole del segretario generale dell'Onu, Ban Ki-Moon. " È meglio che la questione venga affrontata bilateralmente piuttosto che con il coinvolgimento dell’Onu" queste sono state le sue dichiarazioni  dopo la richiesta dell'ambasciatore italiano all'Onu di valutare se ci siano gli estremi per procedere nei confronti del governo indiano "per violazione dei diritti umani, per quanto riguarda la mancanza di un capo di imputazione per i fucilieri di Marina da parte dell’India dopo due anni, accompagnata da una restrizione della libertà". 

Sulle questione interviene, a seguito dell'appello del ministro Bonino, il "ministro degli Esteri” della Ue Catherine Ashton: "Procedere contro i due fucilieri italiani seguendo la legge anti-terrorismo indiana, significa che l’Italia sarebbe vista come un paese terrorista, e questo è inaccettabile. La questione non è solo preoccupante per il governo italiano, ma anche davvero allarmante per tutti i governi dell’Unione europea. Se verrà deciso- continua la Ashton- che quanto successo nell’azione dei marò è un atto di terrorismo, come dire che l’Italia è uno stato terrorista, ci saranno gravi implicazioni per tutte le azioni nell’anti-terrorismo laddove noi collaboriamo insieme  o come paesi individuali: questo messaggio è stato mandato vivo e chiaro stamattina tramite la nostra delegazione, e io sto mandando il messaggio sia verbalmente sia in forma scritta".

Commenta Stampa
di Flavia Stefanelli
Riproduzione riservata ©