Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Chiesto di tornare in Italia in attesa del processo

Marò, il 28 marzo arriva la decisione sul ricorso


Marò, il 28 marzo arriva la decisione sul ricorso
24/03/2014, 09:37

 NEW DELHI - A metà febbraio sembrava che si fosse sulla buona strada per definire la situazione di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, i due fucilieri di Marina accusati di aver ucciso due pescatori indiani e detenuti in India da più di due anni. Invece si sono susseguiti rinvii su rinvii e ancora non è stata emessa una decisione nei confronti dei due marò.

Un mese fa era arrivata la notizia (clicca qui per leggere la notizia nel dettaglio) circa la decisione della Cote Suprema di non ricorrere al Sua act, la legge antiterrorismo che prevede anche la pena di morte, ma di affidare ugualmente l'accusa all'unita antiterrorismo.

In attesa che qualche decisione venga presa e che si interrompa questa angosciante fase di stallo, i due fucilieri hanno presentato un ricorso sia contro l'evenienza che sia la Nia a svolgere il ruolo dell'accusa sia per richiedere l'autorizzazione ad attendere in Italia l'inizio del processo. Tale ricorso sarà esaminato dalla Corte Suprema indiana il prossimo 28 marzo.

Commenta Stampa
di Elisa Manacorda
Riproduzione riservata ©