Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Latorre e Girone: "Sentiamo che l'Italia è con noi"

Marò, le famiglie con loro nel carcere di Trivandrum

Contrammiraglio Favre: "Incontro toccante"

Marò, le famiglie con loro nel carcere di Trivandrum
19/04/2012, 10:04

Sono le 7:45 ora italiana quando i familiari dei marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone entrano nel carcere di Trivandrum, dove possono abbracciare i due militari per la prima volta da quando sono stati arrestati. Assediati da giornalisti e cameramen i genitori di Girone, insieme a Vania Ardito Girone (moglie di Salvatore) e Maria Ferrara, Franca Latorre e Christian D'Addario, sono entrati nella prigione dove in una sala hanno trovato i due marò ad attenderli. «Adesso sono insieme, da soli - ha dichiarato l'addetto militare italiano a New Delhi, contrammiraglio Franco Favre - ed ho visto due famiglie bellissime della terra del Sud, forti e positive. Degnissime persone». Nel momento in cui hanno abbracciato i loro cari per la prima volta dopo il loro arresto a metà febbraio, i due marò hanno dichiarato di avvertire che tutta l'Italia è con loro. «Sentiamo - hanno aggiunto - una coesione generale attorno al nostro problema». Chi ha assistito all'inizio del commovente incontro ha commentato: «Sono forti, per indole, carattere; educazione; sentono l'abbraccio dell'Italia».

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©