Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Il premier ha incontrato i ministri Bonino e Mauro

Marò, Letta: “Governo al lavoro per una soluzione”

Ci si aspetta correttezza dall'esecutivo indiano

I fucilieri di Marina Salvatore Girone e Massimiliano Latorre
I fucilieri di Marina Salvatore Girone e Massimiliano Latorre
17/01/2014, 12:25

ROMA - Il presidente del Consiglio, Enrico Letta,  ha presieduto oggi, a una settimana dalla precedente,  una nuova riunione della task force interministeriale sulla questione dei fucilieri di Marina Salvatore Girone e Massimiliano Latorre. Erano presenti i  ministri degli Affari esteri Emma Bonino, della Difesa Mario Mauro, il sottosegretario Filippo Patroni Griffi e l’inviato speciale Staffan de Mistura.
Al rientro dall’India, l’inviato speciale ha riferito degli ultimi sviluppi, alla luce della decisione del governo italiano di presentare alla Corte suprema, il 13 gennaio scorso, una petizione urgente, nella quale si sollecita la formulazione da parte indiana del capo d’imputazione, si esprime ferma opposizione all’eventuale ricorso alla legge sulla sicurezza marittima (SUA Act) e si chiede  che i marò possano rientrare in Italia in attesa del processo.
Il governo italiano ribadisce la propria ferma aspettativa che il governo indiano tenga fede alle assicurazioni fornite, coerenti con le indicazioni della Corte suprema, riguardo al fatto che il caso in questione non rientra tra quelli oggetto della normativa antipirateria.
“Registro con soddisfazione – ha dichiarato il presidente Letta – le espressioni di solidarietà provenienti dall’Unione Europea e l’intenzione delle nostre Camere di inviare una delegazione parlamentare per manifestare vicinanza e sostegno ai marò. Il governo proseguirà la propria azione anche a livello internazionale”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©