Dal mondo / America

Commenta Stampa

Impegnati quasi mille uomini con 13 blindati della marina

Maxi operazioni a Rio nelle favelas più pericolose

Parte il piano sicurezza in vista dei mondiali 2016

Maxi operazioni a Rio nelle favelas più pericolose
14/10/2012, 14:01

RIO DE JANEIRO - La polizia brasiliana ha fatto irruzione stamane all'alba in due favelas di Rio de Janeiro considerate in assoluto le più violente e pericolose della città: si tratta di Jacarezinho e Manginhos, controllate dai narcotrafficanti. Circa 800 poliziotti sono entrati a piedi nelle favelas alle cinque del mattino locali, appoggiati da 13 blindati della Marina e dagli elicotteri. Questa operazione si iscrive nel quadro di una più ampia politica di pulizia avviata dal governo per tentare di “bonificare” le zone più pericolose della megalopoli, in vista della Coppa del mondo di calcio 2014 e dei Giochi olimpici del 2016. In totale sono stati 1300 gli uomini impegnati nell'operazione, compresi i 500 agenti utilizzati per circondare le favelas. Queste due favelas, che si trovano a una decina di chilometri dal centro di Rio, contano da sole circa 75.000 abitanti. Secondo una tecnica ormai consolidata, una volta ripreso il controllo, la polizia installa in questi quartieri delle unità specializzate, appositamente addestrate per far fronte ai problemi specifici di questi quartieri. Le autorità vorrebbero “riconquistare” una quarantina di favelas entro il 2014.

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©

Correlati