Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Le isole sono contese tra Giappone e Russia

Medvedev arriva alle isole Curili, il Giappone protesta


Medvedev arriva alle isole Curili, il Giappone protesta
01/11/2010, 14:11

ISOLE CURILI (RUSSIA) - E' stata una visita veloce, poche ore, quella che il presidente russo Dmitri Medvedev ha fatto alle isole Curili. Ma sono bastate a scatenare le ire del governo giapponese. Ire giustificate dal modo in cui i russi se ne impossessarono: tre giorni dopo la decisione del Giappone di arrendersi alla fine della Seconda Guerra Mondiale e prima che venisse firmato il trattato, con un colpo di mano truppe anfibie russe sbarcarono e conquistarono quelle che i giapponesi chiamano "Territori del Nord" e i russi chiamano "Curili del Sud". Proprio questo episodio impedì al Giappone ed all'ex URSS di firmare la pace al termine del conflitto (teoricamente infatti i due Paesi sono ancora in guerra).
In questo caso però le reazioni si sono limitate alla diplomazia: l'ambasciatore russo a Tokyo è stato convocato dal Ministro degli esteri giapponese Seiji Maheara; stessa cosa per l'ambasciatore giapponese a Mosca, convocato dal Ministro degli esteri russo Lavrov. Il fatto avviene a sole due settimane da un incontro bilaterale tra lo stesso Medvedev e il premier giapponese Naoto Kan.
Resta comunque un dato: è la prima volta che un premier russo va a visitare le quattro isole che si trovano al largo di Hokkaido: Etorofu, Kunashiri  Shikotan e le isolette di Habomai

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©