Dal mondo / America

Commenta Stampa

Alcuni di loro ritrovati in un centro commerciale

Messico, altre sei persone decapitate


Messico, altre sei persone decapitate
12/05/2011, 21:05

DURANGO - Infuriano i regolamenti di conti tra bande di narcotrafficanti a Durango, capitale dell'omonimo Stato messicano, vicino alla frontiera con gli Usa.
All'alba di oggi sono stati trovati 6 cadaveri decapitati lungo una strada provinciale, 2 teste mozzate in un centro commerciale e 2 uomini crivellati da proiettili in un municipio della periferia. Inoltre è stata trovata una nuova fossa comune con dentro 8 corpi. Salgono cosi' a 209 i resti di persone riesumati in zona dall'11 aprile.
Buona parte di essi, secondo il settimanale 'Procesò, hanno le mani legate alla schiena, e la maglietta che copre gli occhi. “Assassinati a martellate”, ha specificato un perito. Molti familiari, che in genere non hanno denunciato la scomparsa dei loro cari, assicurano che essi non erano coinvolti con le bande. Ma che sono stati sequestrati, come da telefonate ricevute da loro stessi, per reclutarli. E poi uccisi perchè non ne hanno voluto sapere. “O anche solo perchè non andassero con i rivali”, ha detto la madre di un ragazzo a 'Procesò. Secondo le testimonianze i rapimenti sono ormai una realtà quotidiana, in un'area definita “il triangolo dorato” per le coltivazioni di marihuana e papaveri (per l'eroina).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©