Dal mondo / America

Commenta Stampa

L'uomo gestisce un'attività di auto usate

Messico, commerciante italiano sequestrato


Messico, commerciante italiano sequestrato
29/01/2010, 23:01

CITTA DEL MESSICO - Un commerciante italiano, Daniele Natali, è stato sequestrato a Playa del Carmen, popolare località turistica, sulla costa dello Yucatan messicano. Ad agire, un gruppo di uomini armati, che avrebbero obbligato con la forza l'uomo a salire a bordo di un veicolo 4X4, per poi dileguarsi, seguiti da altre due macchine che facevano da scorta ai rapitori. La notizia, resa nota dalla polizia locale, è stata confermata questa sera dalla Farnesina che tuttavia sulla vicenda mantiene il massimo riserbo. L'Unità di Crisi del Ministero degli Esteri, sta lavorando in raccordo con l'Ambasciata d'Italia a Città del Messico e con le autorità locali messicane. Il sequestro  è avvenuto ieri intorno alle 23.00 locali (le 6 di questa mattina in Italia); una  telefonata anonima ha allertato la polizia dell'avvenuto sequestro. Natali, che fa parte della numerosa comunità di italiani residenti in questa regione messicana, è proprietario di una ditta che vende macchine usate ed è sposato con una donna di origini messicana di 18 anni, Magdalena de Jes£s Campos.  Secondo la stampa locale, il commerciante italiano sarebbe stato in società, per la sua attività commerciale, con Roberto G¢mez Cruz detto Sinaloa, sospettato di traffici illeciti di auto rubate. Un legame che, sempre secondo ricostruzioni giornalistiche, potrebbe indurre a pensare che il sequestro possa essere collegato ad attività criminali come farebbe pensare anche la dinamica del rapimento; in azione infatti un vero e proprio “commando” composto da numerosi uomini armati fino ai denti e a bordo di tre potenti veicoli che ha prelevato il commerciante italiano.

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©