Dal mondo / America

Commenta Stampa

L'uomo aveva due ostaggi di quella famiglia

Messico: strage di una famiglia di mormoni. Arrestato uno dei colpevoli


Messico: strage di una famiglia di mormoni. Arrestato uno dei colpevoli
06/11/2019, 10:27

CITTA' DEL MESSICO (MESSICO) - Potrebbe già essere arrivata ad una soluzione la vicenda di una intera famiglia di mormoni uccisa in un agguato lunedì in Messico. Infatti, la Polizia messicana ha già arrestato un uomo, che aveva preso in ostaggio due membri di quella famiglia. Le persone uccise sono state nove, di cui sei minorenni. L'uomo arrestato aveva, oltre ai due ostaggi, anche numerosi fucili, tra cui due di grosso calibro, probabilmente usati per la strage. Per ora non sono stati diffusi molti particolari: in Messico le gang per lo spaccio della droga sono molto forti e ogni particolare potrebbe mettere in pericolo gli agenti che hanno compiuto l'operazione. 

Le persone coinvolte avevano la doppia cittadinanza, messicana e statunitense e facevano parte della comunità di LeBaron, una comunità scismatica dei mormoni. Sin dal 1890 la comunità "ufficiale" ha dichiarato illegittima la poligamia. E così capita che a volte qualcuno, in nome del rispetto delle leggi divine, si stacchi dalla comunità, come è successo con questa piccola comunità sin dalla fine della Seconda Guerra Mondiale. Ma la comunità LeBaron ha avuto più volte a che fare, come vittime, con i narcotrafficanti messicani: un suo componente venne rapito nel 2002 e altre due persone sono state uccise per il loro impegno contro la droga. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©