Dal mondo / America

Commenta Stampa

Prevista pioggia di cenere nei villaggi dei temperos

Messico, vulcano Popocatepetl: nube altra 1,5 km

Il vulcano fin dall'antichità soggetto alle leggende azteche

Messico, vulcano Popocatepetl: nube altra 1,5 km
02/01/2011, 11:01

Secondo le autorità locali una nube di fumo alta circa un chilometro e mezzo si e' alzata oggi dal vulcano Popocatepetl, in Messico. Il vulcano Popocatepetl è alto 5.452 metri ed è un vulcano in continua attività, è situato nella regione di Puebla, in Messico a 70 km a sud-est di Città del Messico e a 45 km ad ovest della città di Puebla. Nell'attività eruttiva, è escluso qualunque pericolo per la popolazione della zona, che per gli abitanti è un luogo di culto, dichiarato patrimonio dell'umanità dall'UNESCO. Ricordiamo che il volcán, in lingua spagnola, durante l'epoca precolombiana, era una divinità azteca destinataria di un culto esclusivo per gli abitanti dei villaggi alle pendici del vulcano: oggi invece il culto del volcàn sopravvive in forma simbolica; i guardiani del vulcano vengono chiamati "temperos del vulcano Popocatépetl", e ad esso si riferiscono come Don Goyo o Serafín, personificandolo come un'indigena. I temperos fanno parte delle comunità che popolano le pendici del vulcano e assicurano di poter comunicare con esso dopo un'esperienza che li ha portati vicino alla morte, come l'essere stati colpiti da un fulmine o per aver sofferto di una malattia terminale. I temperos celebrano riti nei santuari consacrati a Popocatépetl, che si trovano tra le piantagioni e le zone boscose alle pendici del vulcano, per invocare la benedizione della pioggia, così come la protezione del dio per i raccolti. Nelle ultime 24 ore il sistema di monitoraggio degli eventi sismici del vulcano ha registrato tre esalazioni di bassa intensita', accompagnate da emissioni di vapore acqueo e gas non tossici alla salute umana. Il Centro nazionale messicano per la prevenzione dei disastri e l'Universita' del Messico hanno tracciato tre possibili scenari per l'evolversi delle attività vulcaniche per le prossime ore: o delle esalazioni moderate, o delle esplosioni di livello da basso a moderato, o una lieve incandescenza nel cratere. La protezione civile del municipio di Amecameca ha precisato che la nube si e' diretta verso nord-est, provocando una fitta caduta di ceneri nei dintorni di La Joya, alle falde del vicino vulcano Iztaccihuatl. Proprio su questi due vulcani vicini, c'è una leggenda della mitologia azteca, dove Popocatepetl era un guerriero che amava Iztaccíhuatl. Il padre di Iztaccíhuatl mandò Popocatepetl in guerra, ad Oaxaca, promettendogli al suo ritorno sua figlia in sposa. A Iztaccíhuatl venne detto che il suo amore era stato ucciso in guerra e lei morì dal dolore. Quando Popocatépetl ritornò e seppe di averla perduta, morì di dolore anche lui. Gli dei li coprirono di una pioggia di stelle e li trasformarono in due vulcani. La montagna Iztaccíhuatl venne chiamata "La donna addormentata" perché ha le sembianze di una donna sdraiata sulla schiena, mentre lui divenne il vulcano Popocatépetl, che faceva piovere fuoco sulla Terra con furia per la rabbia di aver perduto la propria amata.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©