Dal mondo / America

Commenta Stampa

L'uomo è stato ucciso dalle teste di cuoio americane

Miami, si barrica in casa e uccide sei ostaggi

La polizia indaga sul movente della strage

Miami, si barrica in casa e uccide sei ostaggi
28/07/2013, 11:11

MIAMI (USA) -Un uomo ha ucciso a colpi di pistola sei persone dopo averle prese in ostaggio ed essersi barricato in casa. E’ accaduto ieri in tarda serata in un complesso residenziale di Hialeah, in un sobborgo di Miami.

La polizia, secondo quanto riferito dal sergente Eddie Rodriguez, ha ricevuto una telefonata che segnalava una sparatoria in atto nel complesso residenziale di Hialeah. Quando gli agenti della polizia sono arrivati sul posto, però, l’uomo aveva già ucciso alcuni degli ostaggi e si stava spostando da un appartamento all’altro del residence. Falliti i negoziati per cercare di convincerlo ad arrendersi e ad uscire fuori, hanno fatto irruzione nell’abitazione gli agenti della Swat, la squadra delle teste di cuoio americane, che hanno ucciso il rapitore. In tutto, l’uomo aveva ucciso sei persone, tre uomini e tre donne, di cui una coppia di anziani di origine colombiana, Italo e Samira Pisciotti, i gestori del complesso in cui è avvenuta la strage. La polizia sta svolgendo le indagini per identificare il killer e tutte le sue vittime e per comprendere il movente della strage.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©