Dal mondo / America

Commenta Stampa

Per sconfiggere l’obesità in America

Michelle Obama presenta il “piatto” alimentare


Michelle Obama  presenta il “piatto” alimentare
04/06/2011, 10:06

MILANO  - Michelle Obama presenta un nuovo progetto, il 'piatto' alimentare, per diffondere e favorire il concetto di sana alimentazione negli USA. Il'piatto' alimentare si inserisce  nell'ambito della campagna di sensibilizzazione contro il problema dell'obesità promossa in America dalla first lady  Michelle.  Ma cosa è il “piatto” alimentare?  Il piatto mostra le proporzioni tra i vari alimenti che vanno rispettate ad ogni pasto. E' diviso in quattro parti, tra verdura, frutta, proteine e cereali. La parte più consistente è quella degli alimenti origine vegetale. Il piatto inoltre suggerisce, in generale, di limitare le porzioni dei cibi. "L’originalità sta nel fatto che i suggerimenti vengono dati non su base giornaliera, ma per ogni pasto; per il resto non ci sono novità di rilievo, se non la semplificazione del messaggio" spiega la nutrizionista Carla Favaro, citata sul 'Corriere della Sera', che sottolinea anche alcune criticità del 'piatto', come la mancanza di attenzione rispetto ai condimenti o rispetto alla preferenza da accordare ai cibi proteici meno grassi o ancora al fatto che la frutta può essere consumata anche come spuntino e non necessariamente nell'ambito dei pasti.
L'obesità è una patologia multifattoriale, tipica, anche se non esclusiva, delle società dette "del benessere". Si definisce obeso un individuo la cui massa di tessuto adiposo sia eccessiva, con indice di massa corporea maggiore di 30. L'obesità è quasi sempre correlata ad altre malattie, tra queste le disfunzioni cardiocircolatorie, il diabete, patologie a carico del sistema osteo-articolare, ictus e la sindrome da apnea notturna. Dieta ipocalorica e attività fisica possono aiutare nei casi meno gravi, ma per quelli più problematici si interviene anche con terapie farmacologiche o chirurgiche. Alla base dell'obesità è quasi sempre una cattiva o eccessiva alimentazione e una vita sedentaria, ma, nonostante questo, l'obesità può essere anche legata a:
condizioni genetiche
fattori ambientali
disfunzioni ormonali
la psiche del paziente
dove spesso risiede la causa di questi disordini alimentari. È quindi basilare un supporto psicologico o psichiatrico per curare questa patologia invalidante.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©