Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Domani mattina previsto il rientro delle salme a Ciampino

Militari uccisi in Afghanistan, martedì i funerali


Militari uccisi in Afghanistan, martedì i funerali
10/10/2010, 20:10

ROMA - Martedì il giorno dell’ultimo saluto alle salme dei quattro militari italiani uccisi in Afghanistan. Per le 9 di domattina invece è previsto l'arrivo degli alpini all'aeroporto di Ciampino. Due annunci lampo, che arrivano poche ore dopo la rivendicazione dell’attentato da parte dei Talebani. Sono stati loro a pianificare il raid contro le "penne nere", ma non parlano mai apertamente di “italiani”. Perché la guerra in Afghanistan ormai non bada più alle divise indossate dai nemici da abbattere.
Gli obiettivi vengono decisi in base ad un criterio spietato: l’eliminazione. La rabbia, il dolore, ma soprattutto lo sconcerto per un conflitto che nel solo 2010 è già costato 12 vittime al nostro contingente. Eppure la missione va avanti, senza lasciarsi intimidire dagli attacchi terroristici.
Le bare coperte dal Tricolore di Gianmarco Manca, Francesco Vannozzi, Sebastiano Ville  e Marco Pedone, sono già state imbarcate sull'aereo che li riporterà in patria. Nello scalo di Herat, è stato reso onore ai feretri dei militari caduti a Farah. Sulla pista dell'aeroporto c’erano tutti: una rappresentanza dei militari stranieri, l'ambasciatore d'Italia Claudio Glaentzer, il Rappresentante speciale dell'Onu in Afghanistan, Staffan de Mistura. E naturalmente, il comandante dei militari italiani, che nei sei mesi infernali appena trascorsi si trova ancora una volta a piangere la perdita di suoi soldati. Anche il mondo dello sport - dal calcio, al basket, alla Formula 1 - ha reso omaggio ai caduti: lo stadio di Livorno, come era accaduto per la morte del capitano Romani, si è distinto anche oggi per alcune bordate di fischi, coperti però da un lungo e fragoroso applauso dei veri tifosi.   
Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, attenderanno l'arrivo delle salme all'aeroporto militare di Ciampino. Dopo aver reso loro omaggio, il premier volerà a Milano, per un intervento alla mano.
“Domani arrivano le salme dei quattro ragazzi, dopodomani i funerali” conferma a In mezz'ora il ministro della Difesa, Ignazio La Russa.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©