Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

l'Iran accusa l'Occidente di voler iniziare una guerra

Missili USA sul confine tra Turchia e Siria, sale la tensione


Missili USA sul confine tra Turchia e Siria, sale la tensione
15/12/2012, 17:34

ANKARA (TURCHIA) - Sta continuando a salire la tensione internazionale, dopo la decisione degli Usa di inviare in Turchia altre batterie di missili Patriot (missili antiaerei e antimissile). Si tratta almeno del terzo invio, da quando in Siria è cominciata la guerra tra l'esercito regolare di Assad e l'esercito mercenario appoggiato da Usa, Qatar e Turchia. 
Ma questa volta non c'è solo la Siria a protestare. Anche l'Iran, attraverso il generale Hassan Firouzabadi, ha fatto sapere alla stampa le proprie preoccupazioni: "Ognuno di quei Patriot costituisce un segno nero sulla mappa del mondo, ed e' inteso a provocare una guerra mondiale. E' per questo che stano preparando i loro piani, ed è molto pericoloso per il futuro dell'umanità e per l'avvenire della stessa Europa". 
L'interesse dell'Iran non deve stupire: ormai tutti i Paesi che lo circondano sono sotto  il controllo degli Stati Uniti o quanto meno ospitano sue basi; dall'Afghanistan ogni giorno entrano terroristi, addestrati nelle basi Usa in Afghanistan; Ed in più sono anni che subisce continue minacce di invasione e di bombardamenti da parte di Usa e di Israele. Un tale schieramento di missili al confine tuirco potrebbe essere il segnale che si intende usare anche l'esercito di quel Paese per l'invasione. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©