Dal mondo / America

Commenta Stampa

Dimenticanza per il presidente degli Usa

Missione in Libia, Obama esclude l’Italia dai ringraziamenti

Zanda (Pd): “Frattini riferisca in Senato sull'accaduto”

Missione in Libia, Obama esclude l’Italia dai ringraziamenti
21/09/2011, 18:09

USA – Gaffe per il Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama. Per la precisione si tratta di una dimenticanza: nel suo discorso sulla Libia, all'assemblea dei Paesi Onu per gli attacchi aerei libici ha ringraziato Regno Unito, Francia, Danimarca e Norvegia, ma non l’Italia. Certo, il nostro Paese ha eseguito meno attacchi aerei, ma  nell’operazione ha comunque fornito importanti basi.

"Sono stati i nostri alleati europei, specialmente il Regno Unito, la Francia, la Danimarca e la Norvegia, che hanno condotto la maggior parte degli attacchi aerei" ha dichiarato il Presidente, sottolineando però che la missione ha avuto successo grazie al contributo di molte nazioni. Ringraziamenti anche per la Lega Araba ed i Paesi dell'area, come Tunisia ed Egitto per gli sforzi umanitari.

E subito scatta il caso politico. Sulla dimenticanza di Obama, interviene il vicepresidente dei senatori del Pd, Luigi Zanda: “Il Parlamento deve dedicare al più presto una sessione al drammatico isolamento internazionale – dice -  in cui Berlusconi ha fatto precipitare l'Italia".  Per Zanda, dunque, è a causa dell'ambigua e screditata politica estera del Presidente del Consiglio se, all'assemblea dell'Onu (dove comunque Berlusconi non era presente), il presidente Obama, ha escluso l'Italia dai ringraziamenti. “Mi dispiace molto – prosegue  il vicepresidente dei senatori del Pd - soprattutto per il lavoro coraggioso dei tanti militari impegnati in Libia. C'è bisogno di fare chiarezza, il ministro degli Esteri Franco Frattini riferisca al più presto in Senato sia su questa umiliante esclusione".

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©