Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

L'obiettivo è quello di verificare gli europei in Libia

Missione Ue a Tripoli:Solo un mandato tecnico di valutazione

Le autorità libiche erano già a conoscenza del piano

Missione Ue a Tripoli:Solo un mandato tecnico di valutazione
06/03/2011, 18:03

Continuano il Libia i controlli circa la situazione dei cittadini Italiani ancora non rientrati. Agostino Miozzo, a capo del tim della missione inviata dall’UE a Tripoli ha detto “La missione non ha un mandato politico, ma tecnico di valutazione della situazione”. Attualmente Maiozzo si trova in Libia nella sede dell’Ambasciata italiana insieme ad altri tre funzionari europei e ha cominicato di aver già incontrato un altro funzionario del ministro degli esteri libico, a cui è stato spiegato l’obiettivo  della missione europea, ma del resto come ha spiegato Maiozzo ''Le autorita' libiche erano gia' a conoscenza dei motivi della visita, illustrati quando sono stati richiesti i visti d'ingresso a Bruxelle”.
L’obiettivo perseguito dalla delegazione UE, ha spiegato il dirigente UE, è quello di verificare quanti sono i cittadini europei ancora in Libia e se desiderano partire, oppure restare nel paese per diversi motivi, come quelli familiari ed inoltre quello di avere un quadro aggiornato di tutti i lavoratori stranieri ancora in Libia che intendono lasciare il paese, nonchè di verificare le necessità di aiuto umanitario a Tripoli.
Smentito al momento un possibile incontro con gli oppositori del regime mentre in calendario c'è l’incontro con gli altri ambasciatori e i rappresentanti di paesi Ue rimasti a Tripoli.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©