Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Alla corte dell'Aja,''Lunedi o Martedì''

Mladic alla corte dell'Aja forse da domani, Belgrado si infiamma

Attesa manifestazione ultranazionalisti

Mladic alla corte dell'Aja forse da domani, Belgrado si infiamma
29/05/2011, 13:05

BELGRADO - L'ex generale serbo-bosniaco, Ratko Mladic, dopo essere stato catturato Giovedi' scorso nel nord-est della Serbia, dopo 16 anni di latitanza, potrebbe essere trasferito all'Aia già dalla prossima settimana, precisamente Lunedi' o Martedi'.
La notizia giunge dal giudice Mehmet Guney, resa pubblica attraverso l'agenzia stampa turca Anadolu: ''Mladic potrebbe arrivare lunedì o martedì. In applicazione del diritto internazionale, sarà presentato immediatamente davanti al giudice - precisando la durata del processo - dovrebbe durare da un anno e mezzo a due''.
Il gruppo di magistrati che dovrà giudicare Mladic, sul quale pende un accusa di genocidio, sarà composto da un tedesco, un sudafricano e un olandese.

Le autorità giudiziarie serbe hanno dato l'ok al trasferimento davanti al Tribunale penale internazionale, respingendo la tesi rimbalzata negli ultimi giorni dell'impossibilità dell'imputato di essere trasferito per gravi problemi di salute, anche se si aspetta la giornata di domani, l'ultimo giorno utile per presentare ricorso.
Nella capitale della Repubblica serba si respira aria di guerra civile, rafforzate tutte le misure di sicurezza in vista della manifestazione che gli ultra nazionalisti hanno indetto per questa sera a sostegno di Mladic.
La radunata organizzata dal partito radicale serbo (Srs), il cui leader è sotto processo per crimini di guerra al Tribunale penale internazionale dell'Aja, per sostenere l'ex boia, avrà luogo sulla spianata antistante il Parlamento.

Commenta Stampa
di Zaccaria Pappalardo
Riproduzione riservata ©