Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

L'ex generale serbo non sarà in aula domani

Mladic: "Niente processo se non accettate i miei legali"


Mladic: 'Niente processo se non accettate i miei legali'
04/07/2011, 09:07

L'AJA (OLANDA) - Prevista per domani la seconda udienza del processo davanti al Tribunale Penale Internazionale contro l'ex generale serbo Ratko Mladic, soprannominato "il boia di Srebenica", in quanto accusato di aver dato l'ordine di uccidere migliaia di persone nella città serba.
Ma è una udienza alla quale l'imputato non parteciperà. L'ha comunicato il suo avvocato, Milos Saijic, specificando che sono diversi i motivi che giustificano tale decisione. Innanzitutto il fatto che non è stato permesso a Mladic di creare il team difensivo che lui chiedeva. E questo di conseguenza non gli ha permesso di leggere e studiare il fascicolo delle sue imputazioni. Infatti, la scelta degli avvocati, per il Tribunale, non è una scelta libera dell'imputato: ogni nome deve essere sottoposto a verifica ed accettato o meno. E finora il Tribunale non si è pronunciato.
Domani l'imputato deve solo dichiararsi colpevole o innocente, quindi sarebbe una udienza breve. Se Mladic non dovesse presentarsi, sarà il Presidente a decidere la qualifica dell'imputato, salvo poi rimandare alla successiva udienza per il seguito della procedura.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©