Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Gli steward le hanno interrogate per conto della Fifa

Mondiali 2010: 36 ragazze olandesi sospettate di pubblicità occulta


Mondiali 2010: 36 ragazze olandesi sospettate di pubblicità occulta
15/06/2010, 14:06

JOHANNESBURGH (SUDAFRICA) - 36 ragazze olandesi sono state fernmate dalla polizia sudafricana e poi rilasciate, in quanto si sospetta che ci sia un'operazione di "pubblicità occulta". Le 36 ragazze sono entrate nello stadio per guardare Olanda-Danimarca con addosso i vestiti con i colori della Danimarca; ma poi se li sono tolti, rimanendo vestite con top e gonnelline arancioni. Ma ci sono state due cose insolite: la prima è che quelle gonnelline vengono regalate dalla birra Bavaria quando si acquista in Olanda una cassa di lattine. La seconda è stata l'insistenza con cui la regia internazionale, durante i 90 minuti di Olanda-Danimarca le ha inquadrate. Per carità, un gruppo di 36 belle ragazze non passa certo inosservata, neanche in uno stadio. E tuttavia la Fifa ha ritenuto che possa essere stato un tentativo di pubblicità occulta che andava a colpire la Budweiser, altra marca di birra che invece ha pagato - e salato - per essere ripresa sui cartelloni dello stadio. Così le 36 ragazze sono state fermate dagli steward dello stadio, che le hanno accompagnate in un ufficio, dove le ragazze sono state interrogate. Ma nessuna accusa è stata elevata contro di loro, anche se rappresentanti della Fifa hanno detto che le interrogheranno ancora e che le indagini non sono finite

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©