Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

MOSCA MINACCIA IL BLOCCO DEL TRANSITO NATO PER L’AFGHANISTAN


MOSCA MINACCIA IL BLOCCO DEL TRANSITO NATO PER L’AFGHANISTAN
26/08/2008, 13:08

Resta ancora aperto, almeno per il momento,  il transito militare alla Nato verso l’Afghanistan sul territorio di Mosca, ma corre il rischio di venire interrotto: lo ha annunciato il generale Anatoli Nogovitsin, vicecapo dello stato maggiore russo, secondo quanto riportato dall’agenzia Interfax: “Il nostro comandante supremo in capo – riferendosi al presidente Dmitri Medvedev - non ci ha detto di chiuderlo. Ha solo chiarito che una tale cosa può accadere perché sono state fatte numerose dichiarazioni dal Pentagono e da altri paesi su possibili sanzioni, come accadde nelle prime fasi della guerra fredda il primo giorno: una dopo l’altra” – sono state le parole del generale. Intanto il ministro degli Esteri Franco Frattini ha manifestato il proprio pessimismo durante l’intervento presso le commissioni Esteri congiunte di Camera e Senato sulla crisi in Georgia, il giorno dopo il colloquio telefonico avuto con il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov: “Temo che il presidente russo Medeved adotterà un decreto di riconoscimento” – ha detto Frattini riguardo alla questione dell’indipendenza reclamata dalle due repubbliche secessioniste georgiane dell’Ossezia del Sud e dell’Abkhazia, che il Cremlino sembra prossimo a voler riconoscere.

Commenta Stampa
di Francesca Pellino
Riproduzione riservata ©